Aller au contenu
Accueil » Actualité » L’Ue: rischi per il raccolto, 25 milioni di tonnellate di grano lascino l’Ucraina – Mondo

L’Ue: rischi per il raccolto, 25 milioni di tonnellate di grano lascino l’Ucraina – Mondo

« 20-25 milioni di tonnellate di grano devono lasciare l’Ucraina in meno di 3 mesi. Per il prossimo raccolto sono previste altre 50 milioni di tonnellate di cereali, ma c’è spazio solo per ospitare il 50% di questa quantità ». E ‘il monitor lanciato dalla commissaria Ue ai Trasporti, Adina Valean, ai ministri dell’Agricoltura riuniti a Bruxelles. « Liberare la capacità di stoccaggio è la priorità immediata in Ucraina ma anche nell’Ue », ha detto, sottolineando che « l’obiettivo » di export di grano da raggiungere è « un minimo di 3 milioni di tonnellate al mese, idealmente 4 » par « garantire spazio suffisante per il prossimo raccolto ».

Il primo treno merci con un carico di grano dall’Ucraina est arrivé en Lituanie à travers la Pologne, au port de Klaipeda. Lo hanno riferito le ferrovie di stato di Vilnius. Per le sue esportazioni, Kiev est alla ricerca di rotte alternative ai porti ucraini, blockcati dal conflitto con la Russia.

Intanto un video pubblicato dalla Cnn mostra nuove foto satellitari del porto di Sebastopoli, in Crimea, in cui sembra che due navi russe carichino quello che si ritiene sia grano ucraino rubato.

Le nouveau immagini della Maxar Technologies, datate 19 e 21 maggio, mostrano le navi – la Matros Pozynich e la Matros Koshka – attraccate accanto a silos di grano, con il cereale che si riversa da un nastro in una stiva aperta. Deuxièmement, le site de la navigation maritime MarineTraffic.com, où la navigation est commutée par le port: la Matros Pozynich sta navigando nel Mar Egeo, affermando di essere diretta a Beirut, mentre la Matros Koshka si trova ancora nel Mar Nero.

À lire également  Calanques: risque sécurité, pollution... quand les locations sauvages de bateaux menacent ce joyau naturel

L’emittente sottolinea che è difficile sapere con certezza se le navi siano state caricate con grano ucraino rubato, ma la Crimea, annessa alla Russia, produire poco grano, a differenza delle regioni ucraine di Kherson e Zaporizhzhia, richche di colture, immediatamen . Funzionari ucraini e fonti industriali hanno riferito che le forze russe nelle aree occupate hanno svuotato diversi silos e trasportato il grano a sud.

All’inizio di questo mese, la Matros Pozynich ha compiuto una missione simile: ha caricato grano e ha salpato dal Mar Nero per raggiungere il Mediterraneo. Tout d’abord, vous étiez en Égypte avec votre carico, mais vous aviez un état respectable d’Alessandria dopo un avvertimento da parte dei funzionari ucraini, secondo il governmento del Paese. Gli è stato anche impedito di entrare a Beyrouth e alla fine ha attracto a Latakia, in Syria, dove la Russia da anni sostiene il regime di Bachar al-Assad. La présidence ukrainienne de Volcymyr Zelensky a acclamé à plusieurs reprises les « caoutchouceurs graduels » russes et les prodotti alimentari ucraini e di cercare di venderli.

« I ladri russi rubano il grano ucraino, lo caricano sulle navi – ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba -, passano dal Bosforo e cercano di venderlo all’estero. Invito tutti gli Stati a rimaner vigili ea rifiutare quals questo tipo . Non comprate il grano rubato. Non diventate complici dei crimini russi. Il furto non ha mai portato fortuna a nessuno « .

« Putin sta usando il tema alimentare come un’arma, l’impatto si sente non solo sull’Ucraina ma in Africa e Asia : non abbiamo dubbi che le truppe russe rubano il grano ucraino o distruggono le scorte, si cono varie prouve. Non possiamo dire cosa possiamo e vogliamo fare per contrastare la situazione perché è in corso una guerra ma sono in corso discussioni su come intervenire una volta che le navi hanno lasciato i porti « . Lo ha detto un portavoce della Commissione Ue. « Bisogna sollevare la questione a libello global e lo stiamo facendo, l’Egitto si è rifiutato di accettare grano rubato dall’Ucraina ».

À lire également  Idées de balades à vélo pour les vacances : les bons plans intégéables dans l'Aude et les Pyrénées-Orientales

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *