Aller au contenu
Accueil » Actualité » La remoción delle specie invasive dalle isole est un successo nell’88% dei casi

La remoción delle specie invasive dalle isole est un successo nell’88% dei casi

Dopo oltre un secolo di éradication des espèces envahissantes réaliser nelle isole del mondo, je dati collecté dimostrano gli straordinari effets positifs di questo strumento per il raggiungimento degli objeti globali di tutela della biodiversité. Le isole rivestono un ruolo chiave a livello global per la conservazione della diversity della vita. Un nouveau studiopublié su Rapports scientifiques. Questo strumento di conservazione è fondamentale par protecti le piante e gli animali autoctoni.

L’étude, intitulée « Il contributo globale dell’eradicazione dei vertebrati invasive come strumento chiave per il restore dell’isola », di cui chi scrive è uno degli autori, è la prima sintesi di tutti gli interventions di eradicazione di vertebrati invasive nelle nelle del isole mondo. Sono stati analizati dati di 1550 progetti di eradicazione di mammiferi invasivi da 998 isoleréalisé negli ultimi 100 anni, en utilisant la base de données des éradications d’espèces envahissantes insulaires (POUR TOI), una banca dati liberamente accessible, che archivia informazioni su tutte le eradicazioni nelle isole del mondo. L’analisi ha rilevato un taux de réussite de 88% e una crescita significatifa del numero di eradicazioni dagli anni ’80.

Biodiversité

I gatti sono « specie aliena invasive », lo dés l’Accademia polacca delle scienze

de Cristina Nadotti



« Il nostro studio ha rilevato che le percentuali di successo dell’eradicazione delle specie invasive sono elevate e sono rimaste stabili nel tempo », a-t-il affirmé Dena Spatzprima autrice dell’articolo e scienziata senior per la conservazione presso la Conservation du Pacifique. « Questo confirma il duro lavoro delle persone e delle partnership che cercano di preventer l’estinzione delle specie e restistantare gli ecosytemi insulari ».

À lire également  Commentaire sur a franchi la cinquième limite planétaire dans l'indifférence la plus totale

Le point chaud isolé sono globali per la biodiversità e sono anche aree particuliero vulnerabili alle estinzioni ; nonostante le isole representno solo il 5% della superficie terrestre, hanno subìto il 61% des extinctions dans les années 1500 et 40% des espèces de vertébrés à haut risque d’extinction. L’espèce envahissante, en particulier les mammifères viennent ratti, moufloni, gatti e capre, sono state introduit nelle dagli esseri umani délibérément ou accidentellement, causant impacti gravissimi, predando specie autoctone o damagengenando i fragili habitat di questi ambienti. La remoción completea delle specie invasive dalle isole si è rivelata uno degli strumenti plus efficaci per fermare e invertire questo danno.

« C’è un effet incredibileto positivo su scala global, dueto a questi interventi di conservazione locali », ha affirmmato Nick Holmes, à elle La conservation de la nature e coautore dell’articolo. « Questa sintesi mostra i notable effetti di conservazione che sono stati raggiunti collectivamente sulle isole e dimostra il beneficio tangibile for la biodiversità legato a questi interventioni ».

Biodiversité

Un’idea per contrastare le specie aliene nel Mediterraneo? Mangiarsele

de Pasquale Raicaldo



Lo studio ha rilevato che l’80% di tutte le eradicazioni è stato réalisé en soli Otto Paesi: Nouvelle-Zélande, Australie, France, Regno Unito, Stati Uniti, Mexique, Seychelles et Équateur. Le evidenze di ricadute positive delle eradicazioni sono numerosessimi ; nel 2011 est stata completeata la remoción dei ratti dall’atollo di Palmyra, negli Stati Unitedi, e successivement al completeamento del progetto si è registrado uno straordinario recupero ambiente; la germinationazione di piante autoctone è aumentata di oltre il 5.000%due specie di granchi precedentemente quasi scomparse si sono riprese étonnamment ei coralli stanno recuperando il territorio perduto nelle lagune dell’atollo.

À lire également  Perpignan - Festival Gastro Méditerranéen : pour Bernard Thomasson, "les mots et les plats sont historiquement liés"

En Italie, d’importants projets d’éradication ont été réalisés, come la remoción del ratto dall’Isola di Montecristo, che ha permesso uno extraordinaire recovery della berta minore, un raro uccello che nidifica al suolo, esponendosi alla predazione di questi rongeurs envahissants. Ma per protecti le specie che abitano le nostre isole sareb essentia aumentare il numero di eradicazioni, interventi che invece spesso trovano scarso supporto.

Un exemple est le projet de éradicazione del muflone ​​​​dall’isola del Giglio, promu par le Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano avec le soutien de l’Union européenne, qui pourrait contribuer à la récupération de l’habitat unique de cette île. Il muflone ​​​​era stato introducto al Giglio negli anni ’50, quando alcuni esemplari erano stati trasportati dalla Sardegna e sistemati in un recinto; successivement les animaux sono riusciti a scappare dall’area recintata, creando una popolazione che sta mettendo in pericolo l’ambiente particuliero vulnerabile dell’isola. Le projet pourrait permettre une amélioration significative des conditions environnementales du Giglio, mais il est scontrato con l’oppositioni di alcune associaziones animaliste, che ne ha rallentato il completamento.

Biodiversité

Nell’isola del Giglio i moufloni sono una specie aliena : les supprimer est un atto di conservazione, non una mattanza

de Luigi Boitani



Lo studio a publié oggi evidenza invece che per tutelare la biodiversità è essentia promore gli interventi di eradicazionema per questo bisogna comunicarie meglio l’importanza di questo strumento, impliquant la communauté locale et les associations environnementales, in modo da aumentare il supporto verso questo important strumento di conservazione.

*Piero Genovesi est responsable du service de coordination de la faune d’Ispra et a été inclus dans la liste Web of Science des chercheurs les plus cités au monde

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.