Aller au contenu
Accueil » Actualité » Benzina, la verde sfonda quota 2 euro anche in modità self

Benzina, la verde sfonda quota 2 euro anche in modità self

MILAN – Nuovi rincari alla pompa di benzina, mentre resta alta sui mercati internazionali la quotazione del petrolio per la guerra in Ucraina e le possibili nuove sanzioni alla Russia, che secondo gli Stati Uniti potrebbero arrival al blocco dell’import di greggio da Mggio da Mg.

Intanto si aggiorna il conto dei rincari, in Italia, in seguito alla crescita delle quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo dello scorso venerdì (specialmente il diesel): si è trattato della quinta seduta consecutiva in aumento e le compagnie, nel fine sett al rialzo i prezzi raccomandati di benzina e diesel.

Draghi a Bruxelles, appuyant sur sulla Ue su energia e migranti : « Compensazione a tutela di cittadini e imprese »

dal nostro inviato Tommaso Ciriaco



En base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self sale a 2,004 euro al litro (venerdì 1,912), con i diversi marchi compresi tra 1,994 e 2,032 euro al litro no logo 1 971). Il medzzo delio del diesel self schizza a 1,901 euro al litro (venerdì 1,788) con the compagnie posizionate tra 1,881 e 1,977 euro al litro (no logo 1,891). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato cresce a 2 117 euros al litro (venerdì 2 039). Per quanto riguarda il servito, semper in base ai dati di Qe, gli impianti colorati mostrano prezzi medi praticati tra 2,069 e 2,226 euro al litro (no logo 2,014). Le support del diesel servito vola a 2,019 euro al litro (venerdì 1,921) con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 1,999 e 2,095 euro al litro (no logo 1,930).

À lire également  Thau : ce qu'il faut retenir du dernier conseil communal de l'année

En particulier, Eni è salita sabato di 5 centesimi su entramb i carburanti, Ip, Q8 e Tamoil di 4 centesimi. I prezzi praticati sul territorio, a valle dei numerosi interventi degli ultimi giorni, risultano quindi ancora in netto aumento, con la verde che sfonda i 2 euro al litro anche in modalità self (con picchi a 2,2 euro al litro in modalità servito) . Le diesel supera i 2 euro nel rifornimento con servizio. Augmentations significatives si registrano pure per i prezzi praticati di gpl e metano auto.

L’Unione nazionale dei consumatori lamenta gli effetti di « una speculazione bella e buona ». Il presidente, Massimiliano Dona, aggiunge: « Vedremo domani cosa diranno i dati ufficiali del Mite, il ministero della Transizione Ecologica, ma quello che è certo è che, come temevamo, sono scattati rialzi del tutto ingiustificati ». Rinnovata quindi al Governo di intervenire « per calmierare i prezzi, come chiediamo da mesi, riducendo le accise sui carburanti ». Assoutenti fa i conti: « Per un pieno di verde occorre mettere in conto una maggiore spesa da +21,9 euro, mentre un pieno di gasolio è rincarato di 23,2 euro. Su base annua la maggiore spesa a famiglia solo per i rifornimenti raggiunge +525 euro en caso di auto a benzina, +558 euro en caso di auto diesel « .

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.